I professionisti aiutano l'integrazione dei rifugiati nel mercato del lavoro di GaLaBau – DEGA GALABAU la rivista per il giardino

Dal 1 ° maggio 2016, l'Associazione federale delle aree verdi, paesaggistiche e sportive (BGL) sostiene le società di costruzioni di giardinaggio, architettura del paesaggio e campi sportivi nell'integrazione dei rifugiati nel mercato del lavoro di GaLaBau. Sette piloti di benvenuto distribuiti su tutto il territorio federale sono disponibili per le società di GaLaBau come persone di contatto competenti nel contesto del progetto Casting preciso sul passaporto. Il progetto è finanziato dal programma Welcome Guides del Ministero federale dell'economia e dell'energia.

Solo in Baviera, negli ultimi tre anni, oltre 350 rifugiati sono stati trasferiti a società di giardinaggio e paesaggistica nell'ambito del progetto Welcome Pilots (al 30.06.2019). Ne è un esempio Boubarcar Sidy Diallo, il giovane guineano che ha appena superato l'esame finale. "Alla fine è stato di nuovo eccitante", afferma il suo capo Klaus Hartz. "Gli insegnanti avevano dei dubbi sul fatto che Boubarcar potesse davvero superare l'esame." Ma con l'aiuto della ricetta segreta di Boubarcar – "concentrazione, motivazione e una forte volontà" – oltre al suo amore per il lavoro, ha superato con successo l'esame. Hartz lo ha sostenuto "proprio come farei con qualsiasi altro tirocinante. Per non perdere inutilmente tempo nell'esame pratico, ad esempio, abbiamo praticato la procedura del test pratico. "Ciò ha dato al giovane la sicurezza e la serenità necessarie. Nel frattempo, ha già piani per l'istruzione superiore. "In realtà, adoro la versatilità del mio lavoro. Ma lavorare sugli alberi è divertente. Durante il mio apprendistato mi è stato permesso di arrampicare con il mio capo insieme su alberi semplici. In autunno, vorrei finalmente fare un corso ufficiale di arrampicata ", afferma Boubarcar pieno di aspettative.

Anche il giornalista appena sfornato dell'azienda Wegner NaturGestaltung è di buon umore. Mentre lavora all'implementazione del progetto "Treehouse" nell'escavatore, racconta quanto è felice che l'esame finale sia ormai alle sue spalle. "Mi sento davvero libero. Un peso è caduto via da me. "Mohamad è venuto in Germania solo quattro anni fa. In questo breve periodo ha fatto cose straordinarie. Frequenta un corso di integrazione professionale da otto mesi, con l'obiettivo di ottenere un diploma di scuola superiore. Durante questo periodo ha completato due stage presso la società Wegner NaturGestaltung. "Ho avuto subito un buon feeling con lui", ricorda Christof Wegner, il proprietario dell'operazione a sette. "Anche il primo stage è stata un'esperienza estremamente positiva per tutti. A quel tempo abbiamo creato un giardino di permacultura e il cliente, un agricoltore, ha ricevuto Mohamad molto interessato. "Affinché Mohamad abbia accesso al lavoro, il signor Wegner ha impiegato molto tempo per lui. Ogni passo è stato spiegato e Mohamad era già autorizzato a far funzionare le macchine. È stato ben accolto da lui: "Sin dall'inizio mi è piaciuto molto che la professione fosse così versatile. Ma è anche importante per me che ho una responsabilità personale. Possiamo portare qui le nostre idee. Ad esempio, il signor Wegner mi dice che dovrei costruire una banca, ma mentre la eseguo, decido. "Quando Mohamad decise di dedicarsi al paesaggio, suo padre fu molto sorpreso:" In Siria, non esiste una professione in cui uno costruisce così come stagni, pavimentazioni, costruisce terrazze e disegni e si prende cura di interi terreni. Prima dovevo spiegarlo. "Un'altra novità di Mohamad era lo spirito dell'azienda. "È importante per Wegner che uomo e natura siano in armonia. Pensa anche agli insetti, per esempio, e si chiede come possano unire l'uomo e la natura. "Un buon esempio di questa filosofia è il cantiere in cui Mohamad sta attualmente lavorando con i suoi colleghi. Insieme al sindaco Reiner Rößle, il signor Wegner ha dato la spinta alla "casa sull'albero", un luogo di ritrovo per la comunità di Lauben-Frickenhausen. La casa sull'albero è composta da dodici tigli circolari e un altro nel mezzo. "Le radici e le corone degli alberi dovrebbero connettersi tra loro. Questo crea una casa di alberi. Gli eventi si terranno qui in futuro ", spiega il signor Rößle. Con il parco giochi adiacente, gli alberi da frutto e una fila di alberi che delineano il luogo verso l'esterno, qui dovrebbe essere creato un "nido per gli abitanti del villaggio, in cui tutte le età si sentono sollevate e accettate". Mohamad è orgoglioso di poter partecipare. "Senza così tante persone che mi accompagnano nell'istruzione, non avrei superato l'esame finale. La mia assistente volontaria, la signora Imminger, ma anche i miei colleghi e il mio capo erano sempre lì per me. Hanno risposto a tutte le mie domande e hanno imparato con me quando necessario. Sapevo solo di poter contare su di lei. Mi hanno dato una nuova casa. Sono lieto di lavorare in un cantiere per creare un luogo in cui le persone si sentano a proprio agio e integrate ".

Le informazioni sulle guide di benvenuto sono disponibili qui: contattare le guide di benvenuto