Bilancio delle colture: colza e grano leggermente al di sotto della media, Comunicati stampa: Camera dell'agricoltura Bassa Sassonia

Oldenburg – Dopo la trebbiatura di semi di colza e grano nella Bassa Sassonia, la Camera dell'agricoltura fa il punto. Successivamente, sia la colza che il grano si raccolgono leggermente al di sotto della media. Di nuovo notevoli sono le forti fluttuazioni regionali dei rendimenti. La base di queste affermazioni è una previsione attuale dell'Ufficio statistico statale della Bassa Sassonia (LSN), nonché gli esperimenti e le osservazioni della camera.

Due fattori erano responsabili delle differenze di resa talvolta estreme: la distribuzione delle piogge molto diversa a livello regionale e la capacità di stoccaggio dell'acqua dei seminativi. Sulla buona terra arabile, che aveva anche avuto un po 'di pioggia, furono raggiunti alcuni picchi di resa. Su suoli molto leggeri in regioni con scarse precipitazioni si potevano ottenere solo scarsi raccolti.

Nelle regioni tipiche dell'irrigazione, la quantità di acqua per i cereali è stata notevolmente ridotta. Le limitate quote d'acqua venivano utilizzate preferibilmente per colture economicamente interessanti come patate, cipolle o barbabietola da zucchero.

I rendimenti in dettaglio:

stupro: Il raccolto di colza invernale non è riuscito a convincere di nuovo in molte parti della Bassa Sassonia. Solo nelle paludi gli agricoltori erano costantemente soddisfatti. Le rese medie sono di 34,6 quintali per ettaro (dt / ha) e quindi circa 3,7 dt / ha al di sotto della media a lungo termine dal 2012 al 2017, ma superiore rispetto all'anno molto difficile del 2018. Tuttavia, la gamma del raccolto di quest'anno è enorme e varia tra 20 e 50 dt / ha. Nel complesso, le possibilità di coltivazione per il raccolto 2020 potrebbero continuare a diminuire.

orzo: A circa 72 dt / ha, i raccolti di orzo invernale sono appena al di sotto della media per gli anni dal 2012 al 2017. Le rese vanno da una stima di 45 a oltre 100 dt / ha. L'orzo, che si è sviluppato all'inizio del suo sviluppo, ha beneficiato del fatto che, a differenza dell'anno precedente, la siccità è iniziata solo più tardi.

grano: Contrariamente all'orzo, il grano successivo nel suo sviluppo ha sofferto molto di più per la secchezza, che a sua volta è caduta nella fase di formazione del raccolto. Ciò era particolarmente vero per gli stock che potevano essere seminati solo dopo colture tardive come la barbabietola da zucchero o il mais, poiché i foraggi impiegavano più tempo a coltivare le risorse idriche del suolo. In condizioni di stress secco, le varietà a pascolo precoce presentavano lievi vantaggi. Le rese variavano da 40 a 110 dt / ha e una media leggermente al di sotto della media di 82 dt / ha.

l'orzo da birra: Nell'orzo da malto sono state raggiunte le rese medie dell'anno precedente, che sono state trebbiate solo grazie all'irrigazione intensiva. In media, è stato trebbiato 50 dt / ha (intervallo stimato da 30 a 70 dt / ha). Pertanto, le rese sono al livello dell'anno precedente, ma circa 8 dt / ha al di sotto della media degli anni 2012-2017. Produzioni più elevate e qualità migliori sarebbero state possibili con un'irrigazione più intensa.

Agricoltura biologica: Secondo le osservazioni dell'LSN, quest'anno le aziende agricole biologiche hanno ottenuto raccolti prevalentemente soddisfacenti di cereali invernali. Ancora una volta, i risultati differivano fortemente a livello regionale. L'orzo eco-invernale ha beneficiato come le prime specie di cereali dalla successiva insorgenza di secchezza e ha portato a raccolti diffusi e piacevoli. Il terricale invernale biologico (allevamento da grano e segale) era parzialmente insoddisfacente. D'altra parte, sono state ottenute buone rese su terreni con buona disponibilità di acqua. Lo stesso vale per il grano eco-invernale e il farro biologico. Come previsto, la segale invernale biologica ha affrontato bene le condizioni climatiche asciutte e ha ottenuto rese per lo più buone. Le qualità ritratte erano complessivamente buone o soddisfacenti.


Permesso di utilizzo per comunicato stampa