Uso completo degli alberi e produzione di legna da ardere – opportunità e sfide!, Foreste, pianificazione, ambiente: Camera dell'Agricoltura della Bassa Sassonia

Il 28 febbraio 2013, nella casa del distretto di Rotenburg si è tenuto un evento di conferenze sul tema "uso completo degli alberi" – l'uso dell'intera parte fuori terra degli alberi forestali, organizzato dalla Camera dell'Agricoltura della Bassa Sassonia insieme al distretto di Rotenburg (Wümme). Circa settanta attori della silvicoltura, della silvicoltura, della consulenza, delle associazioni di proprietari forestali, delle relative unità aziendali e dei funzionari governativi sono venuti a Rotenburg per ascoltare rappresentanti di alto livello della scienza forestale, della pratica e della politica su questo argomento, che continuerà ad essere il caso nei prossimi anni, principalmente a causa della produzione di energia da legno di corona sarà comunque di grande attualità.

La bioenergia – e anche in questo caso la generazione di energia dal legno della foresta – ha ora guadagnato uno status elevato a causa dell'andamento dei prezzi dei combustibili fossili, ma anche a causa dei cambiamenti climatici dovuti alla vantaggiosa neutralità della CO2. Oltre alla tradizionale legna da ardere, l'energia del legno appare ora anche nella forma moderna di trucioli di legno, pellet o bricchette di legno. Gli investitori più grandi in questo settore in particolare, tuttavia, hanno bisogno della sicurezza dell'approvvigionamento. I dati corrispondenti devono essere forniti dal fornitore, nella Bassa Sassonia, principalmente dalla foresta privata e dalle sue associazioni.

Sulla base delle tabelle di rendimento e degli inventari forestali, è sempre stato facile pre-calcolare il legno grezzo per lo più utilizzato industrialmente. D'altra parte, le stime sono state finora basate su stime per il legno della corona, che possono essere utilizzate bene in termini di energia – per molti decenni queste gamme non potevano essere vendute. Il lavoro di ricerca fondamentale dell'Istituto di ricerca forestale tedesco nordoccidentale ora fa luce su questa incertezza, ma spiega anche i prelievi di nutrienti dall'ecosistema forestale associati all'uso di alberi interi come fattore possibilmente limitante.

Le nuove scoperte e la loro applicazione nelle foreste private sono state ora presentate e discusse in una conferenza. La Camera dell'Agricoltura della Bassa Sassonia e il distretto di Rotenburg (Wümme) lavorano a stretto contatto da anni nell'ambito del progetto UE BIOENERGY PROMOTION 2.

Riepilogo delle dichiarazioni chiave

  • stimatori biomassa sono uno strumento importante per prevedere l'approvvigionamento di energia del legno, per cui i compartimenti per alberi ricchi di nutrienti, ma piuttosto a bassa energia possono essere specificamente esclusi in modo da non compromettere la sostenibilità dei nutrienti. Possono già essere collegati in misura limitata agli inventari forestali. Un cambiamento di inventario forestale sui modelli di crescita ciò semplificherà ulteriormente e lo renderà più preciso.
  • il sostenibilità dei nutrienti La massima priorità è garantire l'acquisto di legname residuo dalla foresta. Un link da indici di deprivazione di nutrienti la mappatura della posizione sarà sviluppata nel prossimo futuro. La loro applicazione presuppone ovviamente la copertura completa della mappatura geografica, possibilmente la futura politica di finanziamento in Bassa Sassonia consentirà un progresso più rapido di questa misura.
  • Relativo alle bioenergie finanziate dal progetto Elementi nell'inventario forestale sono già disponibili, come l'inserimento di dati di stima del legname forestale residuo, parti energeticamente utilizzabili del legname, documentazione sull'estrazione della biomassa e sul riciclaggio delle ceneri.
  • Valutazioni combinate di Inventario forestale e mappatura della posizione consentirà una valutazione precisa del potenziale di energia del legno tenendo conto delle restrizioni locali.
  • L'uso di non inquinato ceneri di legno come fertilizzante nella foresta è possibile in linea di principio, ma è soggetto alle norme sui fertilizzanti. È richiesta un'analisi chimica continua. Tuttavia, ci sono attualmente problemi con il problema di una tecnica di diffusione che garantisce specificamente il ritorno delle ceneri nelle aree di estrazione della biomassa, la distinzione tra misure di compensazione contro le precipitazioni acide e quelle contro il ritiro dei nutrienti – in particolare per quanto riguarda il supporto forestale -, possibilmente basse quantità di ceneri disponibili e compatibilità con i sistemi di certificazione.
  • Rappresenta il proprietario della foresta economia l'uso del legno in primo luogo. La sensibilità ai costi di trasporto della biomassa di legno lo rende Investimenti da parte dei consumatori regionali richiesto.
  • Dal punto di vista delle politiche forestali e forestali sostenibilità in primo piano, effetti specifici di a cambiato quadro politico Al momento non è possibile stimare la combinazione di foresta ed energia; ci si può aspettare un'osservazione critica. La classificazione di alcune misure forestali come improprie può essere correlata a quella nuova Atto Legname Assurance (HolzSiG) porta a gravi problemi legali.
  • il sistemi di certificazione PEFC e FSC limitano significativamente o addirittura escludono l'uso residuo di legno. Poiché la biomassa forestale viene già utilizzata come fonte energetica essenziale e diventerà ancora più importante in futuro, il futuro deve mostrare fino a che punto i sistemi di certificazione andranno in termini di dettagli ingegneristici o più basati sull'ideologia.
  • La foresta consultazione deve costantemente osservare tutti gli aspetti di cui sopra al fine di fornire al proprietario della foresta una consulenza ottimale per il maggior successo economico possibile ma sostenibile per assicurare.

Le lezioni possono essere scaricate qui sotto. Puoi trovarlo anche sulla homepage del distretto di Rotenburg (Wümme), dove si possono anche ottenere rapporti e lezioni da precedenti collaborazioni tra le nostre due organizzazioni in materia di energia del legno.