Sovvenzioni elevate per la cottura a legna, tecnologia energetica: Camera dell'agricoltura Bassa Sassonia

Diversamente da prima, laddove le sovvenzioni erano possibili come importi fissi tramite il programma, viene ora calcolata una percentuale dei costi ammissibili effettivamente sostenuti per la sostituzione o l'espansione del sistema di riscaldamento. Vengono inoltre presi in considerazione i costi per le misure ambientali necessarie per l'installazione del nuovo sistema. Questi includono ad es. B. Pianificazione dei costi e delle spese per il camino, l'accumulo e l'accumulo di acqua di processo, le pompe, lo sforzo di installazione e la messa in servizio, nonché l'espansione dei vecchi sistemi. I richiedenti che non hanno diritto a detrarre l'imposta a monte possono anche includere i costi, IVA inclusa.

in edifici esistentiIn cui un sistema di riscaldamento è in funzione da almeno 2 anni al momento dell'applicazione e deve essere sostituito o supportato, è possibile una sovvenzione del 35%. Sono supportati l'installazione di sistemi di cottura a pellet o trucioli di legno, caldaie a gassificazione a legna a bassa emissione, loro combinazioni, nonché stufe a pellet con sacche d'acqua con una potenza termica nominale di 5 kW o superiore. Le strutture idonee e riconosciute qui sono incluse in un elenco di Bafa elencati, che possono essere visualizzati su Internet.

in nuove costruzioni Le piante di biomassa possono anche essere sovvenzionate con un massimo del 35% dei costi ammissibili, purché siano rispettati i requisiti tecnici minimi corrispondenti. Qui sono supportati impianti a biomassa particolarmente innovativi e a basse emissioni. Questi includono caldaie a gassificazione per legna da ardere e caldaie combinate a legna / pellet equipaggiate con tecnologia a condensazione o con un separatore di particelle secondario, ovvero un filtro per polveri sottili. Sono riconosciuti separatori elettrostatici o filtranti o depuratori di gas di scarico.

Se un riscaldatore a olio viene sostituito da un riscaldatore a biomassa idoneo, il tasso di sovvenzione concesso aumenta di 10 punti percentuali. Ciò si traduce in un tasso di sovvenzione del 45% per i sistemi di riscaldamento che utilizzano solo energie rinnovabili e un tasso di sovvenzione del 40% per i sistemi che utilizzano sia energie rinnovabili che gas naturale. Il premio di cambio è concesso solo se i riscaldatori a olio vengono sostituiti volontariamente. Non appena i vecchi sistemi petroliferi sono soggetti all'obbligo di cambio in conformità con l'ordinanza sul risparmio energetico (ENEV), vale a dire che devono essere sostituiti comunque dopo 30 anni, il diritto al premio di cambio scade.

Caldaie a condensazione a gas, che sono state sostituite ad es. una cottura a legna può essere estesa, può ricevere un finanziamento del 20% dei costi ammissibili. Nel caso di edifici residenziali, l'importo del finanziamento è limitato a 50.000 EUR per unità abitativa limitando i costi ammissibili ammissibili.

La domanda deve essere presentata prima dell'inizio del progetto, vale a dire la conclusione di un contratto di consegna o di servizio. I servizi di pianificazione possono aver luogo prima della presentazione della domanda. La data di ricezione della domanda da parte di BAFA è decisiva. I cosiddetti cumuli con altri programmi di finanziamento sono in parte possibili, ma non possono superare il totale dei costi ammissibili. I candidati idonei includono: Individui, aziende, comuni e liberi professionisti.

Oltre all'accensione della biomassa, il programma può supportare anche sistemi solari termici, pompe di calore o sistemi ibridi. Le linee guida complete e i documenti di candidatura sono disponibili sul sito www.bafa.de o all'indirizzo

Ufficio federale di economia e controllo delle esportazioni (Bafa)
Rif.513, Frankfurter Str. 29-35,
65760 Eschborn
Tel: 06196 / 908-1800

La mostra fornisce informazioni generali sulla cottura a legna
"Riscaldamento a legna, energie rinnovabili", il 24/25 ottobre 2020 a Leese,
www.heizen-mit-holz.net