Grassland Biotope Network presenta i primi risultati, i comunicati stampa: Camera dell'Agricoltura della Bassa Sassonia

Come possiamo contrastare la crescente perdita di specie su prati, pascoli e lungo la strada? Dopo ben due anni, il progetto di ricerca, in cui è coinvolta la Camera dell'Agricoltura della Bassa Sassonia, presenta i primi risultati. Le registrazioni per l'evento pubblico sono ora possibili.

Oldenburg – La biodiversità sta diminuendo in tutto il mondo e anche in Germania. Al fine di contrastare la crescente perdita di specie su prati, pascoli e sentieri, è stato avviato il progetto di ricerca Biotope Network Grassland nella Germania settentrionale con la partecipazione della Camera della Bassa Sassonia. Dopo ben due anni, i partecipanti al progetto presentano ora i primi risultati. L'evento è aperto al pubblico e si svolge giovedì 6 febbraio 2020, dalle 10 alle 16 nella sala della biblioteca dell'Università di Oldenburg, Uhlhornsweg 49-55, Campus Haarentor.

Le registrazioni sono ancora possibili fino al 22 gennaio 2020 (vedi sotto). I rappresentanti della stampa sono i benvenuti!

In Germania, la rete di biotopi delle praterie è uno dei progetti esemplari che sono particolarmente impegnati nella conservazione della biodiversità. Il decennio delle Nazioni Unite sulla biodiversità ha recentemente assegnato alla rete di biotopi il titolo di "Progetto eccellente". La rete di biotopi delle praterie è coordinata dal Centro delle praterie Bassa Sassonia / Brema e.V. e implementata insieme alla Camera dell'Agricoltura della Bassa Sassonia, all'Università di Oldenburg e alla NABU Oldenburger Land. È finanziato dalla Federal Environmental Foundation (DBU) tedesca. La particolarità del progetto è che i partecipanti dell'agricoltura, della conservazione della natura e della scienza contribuiscono con le loro prospettive e sviluppano congiuntamente soluzioni modello per una rete di prati-biotopo nei distretti di Ammerland, Wesermarsch e Oldenburg.

Gli scienziati del gruppo di lavoro sulla vegetazione e la conservazione della natura dell'Università di Oldenburg stanno studiando quanto siano ricchi di specie i prati e i pascoli dell'area del progetto. L'obiettivo è quello di mettere in rete meglio biotopi ricchi di specie attraverso frutteti, dighe o strette strisce di fiori di prato lungo i bordi di sentieri, fossati o bordi della foresta in modo che possano diffondersi piante e insetti come farfalle e cavallette.

"Alcuni progetti per una maggiore conservazione della natura sono già stati implementati", afferma il responsabile del progetto Mathias Paech del centro delle praterie. Ad esempio, sono state create strisce di fiori lungo i bordi del percorso. E c'erano anche trasferimenti di materiale macinato su prati e pascoli selezionati nelle contee di Oldenburg e Ammerland. "Ciò significa che abbiamo utilizzato il distruggidocumenti per recuperare materiale reciso ricco di specie da un'area donatrice e quindi diffonderlo su una vicina area di prati con meno specie", spiega Paech.

Gli esperti dell'evento del 6 febbraio confermeranno e discuteranno ulteriori risultati del progetto e le sfide future. Relatori delle aree di conservazione della natura, agricoltura e scienza esamineranno il progetto da diverse prospettive.

Il programma esatto, tutte le informazioni e il link per la registrazione sono disponibili qui.


Autorizzazione a utilizzare i comunicati stampa